Al momento stai visualizzando Tutte le novità dal Salone del Mobile 2024

Tutte le novità dal Salone del Mobile 2024

Ci siamo presi un po’ di tempo per metabolizzare tutte le novità dell’evento che ogni anno ci permette di aggiornare le nostre conoscenze e le scoperte dal mondo dell’arredamento e del design: il Salone del Mobile. Ma adesso siamo pronti a illustrare le collezioni e linee che più ci hanno colpito.

Un primo tema che ci ha guidato nella scoperta si può riassumere in una parola chiave: tecnologia. Le case del futuro, non troppo lontano ma prossimo per chi saprà accogliere questa ventata di rinnovamento, saranno sempre più smart, per usare un termine di cui tutti sappiamo ormai il significato. La via quotidiana viene in questo modo facilitata da componenti che si integrano in modo silenzioso e user-friendly anche nelle case più analogiche. Un aiuto in più anche per il risparmio energetico e contro lo spreco alimentare.

Ci ricolleghiamo a questo tema per introdurne un altro analogo, ovvero quello del benessere abitativo. Lampade, superfici naturali e pannelli fonoassorbenti non sono mai stati così protagonisti nel raggiungimento di un comfort abitativo dagli standard sempre più alti. 

E infine anche un rinnovato interesse per l’outdoor, non più appendice ma parte vera e propria della casa, meritevole della stessa cura e ricerca di dettagli.
Senza anticipare troppo, vediamo nel particolare alcuni highlights dal Salone del Mobile 2024. 

Salone del Mobile 2024: parola d’ordine tecnologia

Se lo sviluppo tecnologico è qui per qualcosa, di sicuro è per semplificare il nostro lavoro e le nostre vite. Azioni quotidiane che ormai diamo per scontate possono essere semplificate al massimo se la tecnologia compie gran parte dello sforzo al posto nostro. Non è da vedere come motivo di impigrimento, ma semplicemente come un risparmio di energie per dedicarsi soltanto al riposo e al benessere dentro la propria casa.
Vediamo quindi qualche esempio di come aziende e design hanno compiuto ricerca in questo senso.

Le cucine intelligenti al Salone del Mobile 2024

Se pensiamo al luogo di casa in cui passiamo più tempo, svolgiamo azioni molto diverse tra loro ed è presente un’alta concentrazione di elettrodomestici ci verrà in mente sicuramente la cucina. E dove concentrare la ricerca per lo sviluppo tecnologico se non qui? I risultati dei brand non si sono fatti attendere, con soluzioni interessanti se non addirittura divertenti, per semplificare azioni e abitudini.

Samsung

Iniziamo subito con Samsung, che nel suo ampio stand presente a EuroCucina / FTK, Technology For the Kitchen, presenta un intero ecosistema di oggi intelligenti e connessi attraverso la propria piattaforma sicura Knox. Sulla base di questa ha creato il sistema Bespoke AI, una serie di elettrodomestici tra cui forni, frigoriferi, lavastoviglie, ma anche lavatrici, capaci di comprendere abitudini e rappresentare un prezioso supporto in cucina e nei lavori casalinghi. 

Di questa serie è il nuovo Bespoke Dual cook steam serie 7, un forno dotato di telecamera e un algoritmo di intelligenza artificiale capace di riconoscere le pietanze inserite e consigliare tempi e modalità di cottura, per non sbagliare mai più preparazione. Il forno inoltre è dotato di sensori interni e connesso alla rete, rendendosi capace di inviare notifiche all’utente nel caso di problemi o variazioni durante la cottura delle pietanze. 

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Samsung Italia (@samsungitalia)

Altrettanto intelligente è il frigorifero Family hub plus capace di memorizzare le azioni degli utilizzatori e impostando di conseguenza programmi di risparmio energetico. Anche lui dotato di telecamera, registra cibi in entrata ed uscita segnalando date di scadenza e ricette per consumare il cibo. 

Della stessa linea il piano cottura Anyplace AI con una superficie senza soluzione di continuità capace di continuare a cuocere le pietanze in qualsiasi punto del piano si trovi la pentola. Dotato inoltre di uno schermo tablet è possibile controllare con questo la cottura in forno, guardare una serie, leggere le ricette e ascoltare la musica poiché dotato di casse. 

LG e Bora

Sulla personalizzazione mediata dalla tecnologia gioca invece LG Electronics, che presenta quest’anno LG InstaView with MoodUP, un frigorifero di cui è possibile scegliere il colore. L’anta è infatti in realtà un grande schermo a cui è possibile far cambiare tonalità attraverso l’app LG ThinQ e se non bastasse il frigorifero può modificare il proprio mood a ritmo di musica, emessa dalle casse integrate.

E’ presente anche InstaView, la tecnologia che permette, tramite una telecamera integrata, di bussare sullo sportello per vedere cosa contiene, senza bisogno di aprire il frigo. Una funzione quasi entertainment e niente più sprechi di energia. 

Sul piano cottura si è invece focalizzata Bora, marchio trattato da Elite Design, portandolo all’estremo. M Pure con sistema aspirante integrato è dotato inoltre di funzione bridge, per allargare la superficie del piano all’occorrenza in caso di pentole e padelle di grandi dimensioni. 

Più di semplici rubinetti

Anche il rubinetto è una componente fondamentale delle nostre cucine e in quanto tale, alcuni designer hanno pensato di aumentare esponenzialmente le loro funzioni, ibridando e condensando quelle di altri elementi della cucina. 

Nobili Rubinetterie nel suo nuovo prodotto Sorgente aggiunge un miscelatore da cucina in quattro differenti alternative: Filtra, Bolle, Frizza e Frizza & Bolle. Se la prima versione di Sorgente, filtra l’acqua la seconda la porta automaticamente ad 90° con un risparmio di tempo ed energia, ma se questo non bastasse, Frizza permette di ottenere acqua frizzante direttamente dal miscelatore e grazie all’app integrata è possibile scegliere il grado di anidride carbonica desiderata e tenere sotto controllo i componenti.

Uno degli oggetti, se non è troppo riduttivo definirlo tale, che ha più colpito l’attenzione dei visitatori durante questo Salone del mobile 2024 è sicuramente il rubinetto Gessi, protagonista di innumerevoli contenuti anche su Tik Tok.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da GESSI (@gessi_official)

 

La particolarità di Vita Gessi Caffè è proprio quella, sorprendente, di erogare il caffè dal rubinetto dell’acqua. Un’interfaccia digitale permette di selezionare acqua fredda, calda, e un caffè dopo l’inserimento della capsula, differenziandolo tra lungo o corto secondo il gusto. 
Un rituale, per molti quotidiano, velocizzato al massimo nella sua preparazione. La curiosità di gustarne una tazzina è tangibile. 

Arredamento e benessere abitativo

Che il design non sia solo estetica lo sappiamo bene, ma è sempre incoraggiante notare quanto l’asticella si alzi sempre di più in fatto di funzionalità mirata al raggiungimento di un completo benessere abitativo. Anche i dettagli che passano inosservati sono degli aiutanti primari del comfort. Prendiamo ad esempio Caimi Brevetti -di cui Elite Design è rivenditore autorizzato- e i suoi pannelli fonoassorbenti, leader nel mercato europeo, adatti ad abitazioni ma anche a locali commerciali.

Al Salone del mobile 2024, accanto ai prodotti di punta interessanti due novità in particolare: le sedute pensate per gli spazi pubblici  che riducono il rumore e creano un ambiente confortevole grazie alla copertura fonoassorbente Snowsound Fiber e il nuovo progetto di lampade Teleta, design Alessandro Zambelli.

L’assoluta particolarità risiede qui in un flusso d’aria ascendente provocato dal calore della fonte luminosa, per convogliare l’aria verso un filtro anodizzato con ioni di argento che abbattono la carica batterica. Un sapiente utilizzo della tecnologia che lavora sul riutilizzo dell’energia e sul miglioramento della qualità dell’aria.

Anche Lithea azienda siciliana che lavora con la pietra nel creare superfici vive e vibranti, ha presentato una lampada in versione da parete e da tavolo. Si tratta di Isola delle correnti, design Martinelli Venezia, che integra una tecnologia touch per accendere e modulare l’intensità luminosa. Una semplice tecnologia applicata ad un materiale solido e naturale come la pietra che si illumina e si piega alle nostre esigenze. Una tendenza destinata ad aumentare per allontanarsi dall’artificialità di certi materiali. 

Anche outdoor al Salone del Mobile 2024

La parte esterna della nostra casa, per chi ha a disposizione un giardino o un terrazzo riceve sempre più attenzione e cura in fase di progettazione degli spazi. Assistiamo infatti a un’evoluzione, che vede il settore outdoor fondersi sempre più con le caratteristiche formali degli arredi interni ed è fortemente segnata dai risultati delle ricerche attorno ai materiali, sempre più performanti, innovativi, sostenibili.  

Sono naturali e riciclabili al 100% quelli della collezione Luna, disegnata da Ramón Esteve per Vondom le cui forme sono un omaggio a Verner Panton e Joe Colombo. Ispirandosi alla loro audacia e innovazione, Esteve ha disegnato una collezione in polietilene, caratterizzata da forme morbide, curve organiche, due tendenze che continuano dalla scorsa stagione, e colori caldi.  

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Vondom (@vondomslu)

 

Dimensioni generose e volumi pieni per Buddy Oasi di Busetti Garuti Redaelli per Pedrali, il sistema di pouf e divani che amplia la collezione di imbottiti Buddy. Il tratto distintivo di Buddy Oasi sono gli schienali mobili in schiumato poliuretanico dalla forma morbida e allungata, che possono essere posizionati facilmente e liberamente sul pouf, permettendo di creare diverse configurazioni in base alle esigenze. La fodera è completamente impermeabile e il rivestimento è realizzato in tessuto per esterno sfoderabile.

Sicuramente ci sono abbastanza novità da accontentare tutti, tra ambienti, supporti tecnologici e materiali innovativi. Non resta che metterli in pratica nei vostri prossimi progetti.