Al momento stai visualizzando Design: i trend del 2024

Design: i trend del 2024

E’ vero, il 2024 è cominciato da un po’. Ma se in anticipo è possibile fare soltanto delle previsioni, adesso possiamo confermare quali sono le tendenze che dominano le collezioni del design per quest’anno. Continuità con il 2023, tante novità e un graduale allontanamento dal minimalismo per certi aspetti, sono le linee guida per chi vuole essere sempre al passo con l’arredamento d’interni. Ma quello che spicca maggiormente, tra tutti, è che sempre di più la casa diventa il luogo del benessere, dove creare il più possibile un’isola di comfort e comodità.

A partire da questi “indizi”, vi illustriamo di seguito quattro delle tendenze principali che influenzeranno il design per questo anno. 

Design dalle forme sinuose e organiche 

Design_forme morbide curve (2)

Non una vera e propria novità, semmai un tratto di continuità rispetto allo scorso anno. 

Forme arrotondate, comfort e morbidezza sono ancora le parole chiave per quegli arredi che tipicamente ispirano comodità, come divani, poltrone, testiere per letti. Ma anche complementi più ridotti come sgabelli, pouf e tavolini, adatti sia alla zona giorno che alla zona notte. Sì alle imbottiture quindi, ancora meglio se caratterizzati da finiture su toni pastello. A completare il tutto, tessuti naturali come lana, cotone, lino, ma anche i più rari e particolari bambù o canapa. Un esempio? Le bellissime e comode sedie Calligaris, come il modello holly fab

Come già anticipato, la casa è sempre più quell’ambiente comodo e accogliente, e con queste forme sinuose non può che essere altrimenti. Tutto, a partire dallo sguardo, fino alla dimensione fisica di chi vive ambienti con queste caratteristiche, trova in questo modo la propria pace. 

Arte nella zona living

Quasi una paura del (muro) vuoto: per le case meno minimal la tendenza a riempire le pareti di quadri, anche di dimensioni diverse, appesi disallineati, con cornici variegate, è ormai un must. Si tratta soprattutto di arte, classica, contemporanea, pop e quello che più le singole sensibilità prediligono, ma anche grafiche e locandine.  

Design_arte zona living (2)

L’arte insomma diventa protagonista degli spazi abitativi e soprattutto la zona living, con grandi quadri e composizioni artistiche che decorano le pareti arricchendo le mura domestiche di personalità. Il soggetto e lo stile dei quadri infatti, molto facilmente, rispecchia quello della persona che abita la casa.
Una componente che si scosta dal minimalismo a cui eravamo ormai abituati, ma che saprà accontentare chi eccentrico e amante del vistoso lo è sempre stato. 

Vibes anni ‘70 e dopamine twist

Design_'70 vibesParlando di colori, nonostante il Pantone per quest’anno sia una delicata tonalità pesca pastello, il peach fuzz, altri due gruppi di sfumature attirano la nostra attenzione. Come potete vedere dal titolo da un lato abbiamo dei colori che ci fanno provare nostalgia per gli anni ‘70, riprendendo molto le mode di quegli anni: i colori della terra ed evergreen come il terra, l’arancione scuro e il verde bosco. Il risultato è una serenità generale conferita all’ambiente, insieme alla carica rassicurante che solo un aspetto vintage è in grado di dare.  

Dall’altra abbiamo dei colori ugualmente non neutri, ma addirittura vivaci. Perchè dopamine twist quindi? Perché si tratta di colori in grado di stimolare appunto la dopamina, il neurotrasmettitore responsabile delle emozioni positive. Dal rosa pastello, al giallo o al tiffany, è possibile scegliere quello che più ci piace ed è in grado di infondere positività in chi abita uno spazio. Può essere un semplice dettaglio, un complemento, oppure un arredo vero e proprio in grado di catalizzare l’attenzione. Ma in fondo lo scopo è proprio questo. 

Tecnologia e automazione si integrano al design 

Di cosa parliamo quando trattiamo di smart house e automatismi? Non è difficile da immaginare, ma ve lo spieghiamo nel dettaglio.  

Sempre sulla scia di comodità e comfort, sono sempre più diffusi tutti quei sistemi motorizzati e in grado di facilitare molte azioni giornaliere che svolgiamo regolarmente. Per fare questo la tecnologia è perfettamente integrata, in misura sempre maggiore, in tutte le componenti della casa e, fattore imprescindibile, è user-friendly. Questo per non richiedere uno sforzo iniziale per impararne il funzionamento o rendere complesso qualcosa che dovrebbe invece semplificare. 

Le soluzioni smart rendono le case più pratiche e “intelligenti”, migliorando la qualità della vita quotidiana, grazie ad alcune funzioni che vi andiamo ad elencare. Un primo esempio, sono le luci controllabili da remoto dallo smartphone, senza bisogno di accedere agli interruttori fisicamente. Analogamente può essere per condizionamento e riscaldamento, azionabili in anticipo per trovare la giusta temperatura interna una volta tornati a casa.

 Andando in ambito entertainment, le lampadine stesse possono essere una risorsa, in quanto l’impianto di illuminazione, ancora una volta, sintonizzato con la rete domestica, è in grado supportare i comandi vocali anche per quanto riguarda la riproduzione musicale. 

La tecnologia è quindi armoniosamente fusa con gli elementi domestici, e lo sarà sempre di più, dati i numerosi vantaggi in direzione di semplicità e praticità delle abitudini quotidiane.

Contatta Elite Design se queste tendenze ti hanno ispirato!